Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”


Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..

“ Non c’è niente di più profondo di ciò che appare in superficie “

Pino Ciampolillo


lunedì, dicembre 03, 2007

LA POLITICA DI ISOLA DELLE FEMMINE ATTRAVERSO I SUOI FATTI EMISFATTI

Vai al Sondaggio sulla Italcementi http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/ "In fondo tutte le cose, anche le peggiori, una volta fatte poi trovano una logica, una giustificazione, per il solo fatto di esistere. Dopo un pò tutto fa parte del paesaggio. Nessuno si ricorda come eri prima. Non ci vuole niente a distruggere la bellezza. Invece bisognerebbe ricordare alla gente che cos'è la bellezza. Aiutarla a riconoscerla, a difenderla. La bellezza contro la cupidigia, la bellezza contro l'omertà, la bellezza contro la rassegnazione, la bellezza contro la paura." Iniziare a ripercorrere attraverso alcune immagini i fatti e misfatti della politica a Isola delle Femmine aiuta a tenere in allenamento la memoria sulleche nostre rsponsabilità e i compiti che ci siamo assunti con la nostra scelta politica. Controllo del territorio, controllo sui soprusi, il controllo dell'abusivismo edilizio e in tutti i settori della vita pubblica. A questa classe dirigente autoreferenziale, mancante di responsabilità politica morale civile ed etica ricordiamo che forse è ora che si renda conto dell'enorme danno che stanno arrecando all'intera Comunità di Isola delle Femmine, con i loro comportamenti "pilateschi" Troppi sono i Ponzi Pilati di cui i Cittadini di Isola delle Femmine si devono liberare. Fa un certo effetto, per limitarci ai nostri giorni, constatare come a distanza di oltre tre anni si deve passivamente subire l’onta di una TOTALE INCAPACITA’ di dare risposte alle attese dei CITTADINI ISOLANI. Non bastano i drammi causati e determinati da certe ingerenze speculative che aggrediscono il nostro territorio o quelli derivanti dal qualunquismo imperante; non sono sufficienti neppure i tristi segnali d’allarme sociale che sono quotidianamente posti sotto gli occhi dei politicanti locali; il perdurare dell’alto tasso di disoccupazione che si aggrava quotidianamente nelle fasce giovanili, tutto ciò non scuote minimamente il degrado istituzionale dentro e fuori il palazzo del potere. Siamo ben consci che l’istituzione COMUNE è in crisi, ma nessuno (maggioranza, minoranza, destra, sinistra centro, sindaco assessore consigliere….) si guarda bene dal fare la prima mossa sulle responsabilità di detta crisi, anzi vi è l’aggravante che nessuno dei politicanti locali, accenni alla più misera analisi o sia in grado di dare uno straccio di prospettiva di futuro. C’è veramente da restare indignati (che sarebbe poca cosa). Da semplici cittadini ci sentiamo di esprimere a gran voce il dissenso per quest’atto di menefreghismo politico, che si sostanzia nelle beghe d’infimo profilo, determinate dal riemergere di tutte le contraddizioni mai sopite. Con tutta la nostra ingenuità, alla luce dell'esperienza sin qui vissuta, i comportamenti messi in atto dagli attori protagonisti "voltagabbana" e perchè no "tornacontisti"OGGI NOI possiamo AFFERMARE a gran voce che probabilmente la “scissione” (farsa) a fini elettorali del 2004, determinatasi nell’allora maggioranza imperante per tornaconto di potere e che ha determinato la formazione di due aggregazioni (forse figli di una stessa medaglia, della cui partenità i cittadini di Isola non hanno alcun dubbio), sono risultate essere due “aggregazioni” che prima hanno governato Isola e oggi continuano a non governare. Comitato Cittadino Isola Pulita http://blog.myspace.com/index.cfm?fuseaction=blog.ListAll&friendID=293804128 http://www.myspace.com/isolapulita http://www.isolapulita.it

Nessun commento: