Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”


Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..

“ Non c’è niente di più profondo di ciò che appare in superficie “

Pino Ciampolillo


venerdì, maggio 23, 2008

L'ALTRA ISOLA DELLE FEMMINE


L'Altra Italia Nel giorno del 16 anniversario della strage di Capaci che ha visto la morte di Giovanni Falcone della moglie Francesca Morvillo degli uomini della sua scorta. Vito Schifani Rocco di Cillo e Antonio Montinaro, vorremmo che i protagonisti della vita politica di Isola delle Femmine Esprimano un pensiero in grado di andare oltre l’aspetto puramente celebrativo, seppur necessario ed educativo. Un pensiero, un concetto, un’analisi che metta in luce il livello di legalità o illegalità a Isola delle Femmine, della trasparenza della pubblica amministrazione nella gestione delle risorse umane ed economiche. Da noi un auspicio alla discussione un confronto aperto al contributo di tutti dall’analisi alla discussione alla elaborazione per cercare di cambiare un sistema non sempre amato da tutti gli Isolani, un tentativo di dare delle risposte ai problemi dei Cittadini e per ripristinare una partecipazione effettivamente democratica. Coinvolgere tutti i Cittadini nel tentativo di rifondare la comunità di Isola delle Femmine e nel tentativo di cui siamo profondamente convinti che per rifondare questa COMUNITA’ c’è bisogno di una forte presa di RESPONSABILITA’ di tutti i cittadini oltre alla capacità la sensibilità di diventare finalmente POLITICA. I cittadini devono essere partecipi delle scelte, questo deve essere l’intento della nostra azione politica. I cittadini devono essere partecipi e NON devono subire le scelte prese in solitudine da qualcuno (da qualche settimana è iniziato lo squallido spettacolo da “calcio mercato” delle possibili future liste per le prossime amministrative, ci si ruba a vicenda i candidati in base ai voti che presumibilmente puo’ portare e offrendo in cambio posti di lavoro avanzamenti di carriera, straordinari, un giro in barca… e quant’altro – come al mercato si trova di tutto e di più). Favorire e promuovere un ampio confronto favorendo la partecipazione dei cittadini e non temere effetti di contaminazione con tutti quei soggetti politici che hanno a cuore la risoluzione dei problemi del nostro paese. Avere la capacità di fare del trasversalismo una RISORSA per potersi confrontare sui problemi concreti e sulle scelte serie per questo nostro paese, perché alla fine al di là delle LISTE e LISTARELLE POSSANO PREVALERE LE IDEE E I PROGETTI PER ISOLA DELLE FEMMINE Pino Ciampolillo
Caricato da ISOLA PULITAsiciliabella3009

PEPPINO IMPASTATO TRENT'ANNI Sono trascorsi TRENTA anni, erano giorni terribili, giorni cupi, giorni di terrore, il pensiero unico iniziava a mettere le sue radici: Brigate Rosse, rapimento Moro, consociativismo, lo stato di polizia, Sciascia con il suo slogan "nè con lo stato nè con le BR" a seguire la tragica notizia del barbaro assassinio di PEPPINO. Il ritrovamento del corpo martoriato di Aldo Moro: 'Andate in via Caetani c'e' una Renault rossa' Dal punto di vista di chi ancora oggi dedica con grande senso di responsabilità, il suo impegno nel tentativo di dare delle riposte ai problemi dei cittadini per ripristinare una partecipazione effettivamente democratica, da allora poco sembra essere cambiato dal punto di vista comportamentale. Oggi, come allora ci rendiamo conto che il rapporto mafia-politica costitutivo del fenomeno mafioso sembra essere sempre più forte. Ciò che Peppino aveva scoperto dei collegamenti della mafia e dei suoi rapporti con il mondo delle professioni, dell'imprenditoria, della politica, della sua penetrazione nella pubblica amministrazione e nelle istituzioni, era un sistema di potere che ancora ad oggi resiste, anzi si è "professionalizzato" resta ancora in piedi e nulla sembra averlo scalfito. Le ultime elezioni politiche con il voto a Cuffaro condannato per favoreggiamento o il voto dato a Dell'Utri condannato a 9 anni per concorso esterno che definisce Vittorio Mangano capo mafia ergastolano un eroe in quanto non ha proferito parola sui suoi rapporti con Arcore, sono la dimostrazione di questo sistema di potere e che tutto deve ESSERE "metabolizzato" "controllato" "dominato". Siamo nel 2008! Mi chiedo cosa è cambiato? Nulla o quasi! Non c'è da meravigliarsi: Quando il Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine è sordo alla richiesta fatta dai Consiglieri Comunali di convocare una seduta del Consiglio Comunale al fine di dibattere dei problemi di legalità a Isola delle Femmine (i mezzi di comunicazione hanno parlato del nostro territorio sotto l'influenza di gruppi malavitosi, a Isola delle Femmine l'estate del 2006 è stato arrestato Salvatore Alfano latitante, a Isola delle Femmine operavano gli imprenditori Antonio e Stefano Maiorana, dai pizzini scoperti nel rifugio dei Lo Piccolo scopriamo che alcuni imprenditori e attività commerciali pagavano il pizzo, Isola delle Femmine all'inizio del 2000 vi sono stati alcune ritorsioni nei confronti di ditte che eseguivano lavori per il Comune ………….), richiesta avanzata dai Consiglieri Comunali e negata dal Presidente del Consiglio. Invano sembrano passati 30 anni quando: inerti ascoltiamo un Presidente del Consiglio che durante una seduta del Consiglio Comunale minaccia un Consigliere: "Se mi denunci ti faccio saltare in aria ti faccio vedere chi sono io" Di fronte a questi comportamenti mi chiedo a cosa è servito il sacrificio dei tanti: Falcone Borsellino Impastato,Pio La Torre, Chinnici, Placido Rizzotto… Invano sembrano passati tutti questi anni di lotte, per l'affermazione dei diritti della trasparenza del libero e civile confronto per la crescita socio-culturale ed economico della nostra comunità quando ci ritroviamo con: un SINDACO che DIVIDE i cittadini in due categorie: quella di A e quella di serie B, un SINDACO che non riesce a farsi salutare da quei cittadini che Lui considera di serie B (occhio Signor SINDACO sono aumentati in maniera esponenziale i CITTADINI di serie B), un SINDACO che DIVIDE e non UNISCE, un SINDACO che è riuscito a creare divisione odio e rancore anche tra i DIPENDENTI COMUNALI. Un Sindaco che considera i suoi CRITICI dei NEMICI. Un SINDACO sordo alle denuncie di abusivismo edilizio e di aggressione sconsiderata del territorio. Una Classe "politica" di Isola INCAPACE DI fare del trasversalismo una RISORSA per il CONFRONTO sui problemi concreti e sulle scelte serie per questo nostro paese, perché alla fine al di là delle LISTE e LISTARELLE POSSANO PREVALERE LE IDEE E I PROGETTI PER ISOLA DELLE FEMMINE Una Classe "politica" di Isola CAPACE solo di offrire lo squallido spettacolo da "calcio mercato" su possibili liste per le prossime amministrative, ci si ruba a vicenda i candidati in base ai voti che presumibilmente puo' portare e offrendo in cambio posti di lavoro avanzamenti di carriera, straordinari, un giro in barca… e quant'altro – come al mercato si trova di tutto e di più. Un Classe "politica" Isolana CAPACE solo di alimentare la cultura del servilismo che purtroppo ancora sembra connotare la mentalità di larghi strati dei nostri cittadini. Una Classe "politica" Isolana INCAPACE di fare delle relazioni politiche: esercizio di un SERVIZIO umile e CONCRETO in cui si EDUCANO i cittadini soprattutto i più deboli ad acquisire i propri DIRITTI e NON chiedere favori. A questo punto mi chiedo chi mai ci ripagherà del FURTO di democrazia e di diritti perpetrato ai danni di un'intera COMUNITA'? Chi ci ripagherà delle vite che ci sono state sottratte fatte di: amici, compagni, fratelli sorelle cittadini giornalisti giudici avvocati operai studenti………….. Peppino era un uomo impegnato nella lotta alla mafia che aveva scoperto i collegamenti tra politica e mafia, che ha operato una rottura non solo nell' ambiente in cui viveva ma nella sua stessa famiglia che era mafiosa". Pino Ciampolillo
Caricato da isolapulita

CONTO CONSUNTIVO 2006 E MANOVRA BILANCIO BOCCIATI Isola delle Femmine 27 OTTOBRE 2007 Conto consuntivo 2006 Manovra di Bilancio per ripianare i debiti ISOLA DELLE FEMMINE PONZIO PILATO AL MURO DEL PIANTO E per completare l’opera il Consigliere Dr. Cutino Marcello annuncia le sue dimissioni dal gruppo consiliare “Isola per NESSUNO” . Ha costituito un gruppo INDIPENDENTE? Ad oggi non sappiamo dove egli voglia approdare. Bisogna assolutamente riconoscergli ad EGLI il merito di essere molto ma molto preoccupato per le condizioni in cui versano alcuni dipendenti del Comune di Isola delle Femmine che a causa di un atteggiamento “PER NIENTE politico ma tanto astioso” da parte del gruppo consiliare Insieme Isola delle Femmine che ha votato contro la variazione di bilancio oltre che esprimere voto contrario anche per il consuntivo 2006. Il risultato della loro azione: hanno fatto mancare i fondi necessari per elargire ad alcuni e ben selezionati dipendenti promozioni, assunzioni di consulenti e passaggi di livello a categorie superiori. Secondo Ponzio Pilato il gruppo “Insieme Isola delle Femmine” non si è reso conto dell’urgenza che richiedeva il provvedimento. A pensare che la Presidenza del Consiglio aveva bay-passato la norma che stabilisce la convocazione del Consiglio Comunale 15 giorni prima per la trattazione del bilancio. Infatti gli atti in Segreteria si sono resi disponibili il giorno prima della seduta. Comitato Cittadino Isola Pulita http://www.isolapulita.it
Caricato da isolapulita

RUBINO e BOLOGNA contro l'esecutivo PORTOBELLO Isola delle Femmine 27 OTTOBRE 2007 Conto consuntivo 2006 Manovra di Bilancio per ripianare i debiti ISOLA DELLE FEMMINE PONZIO PILATO AL MURO DEL PIANTO Il Capo Gruppo di Insieme Isola delle Femmine critica il comportamento della presidenza del consiglio nelle modalità in si arrivati alla seduta del CC. Il Coordinatore del Gruppo Isola Democratica : Questo esecutivo devve rassegnare le dimissioni in quanto ha fallito su tutto……. E per completare l’opera il Consigliere Dr. Cutino Marcello annuncia le sue dimissioni dal gruppo consiliare “Isola per NESSUNO” Ha costituito un gruppo INDIPENDENTE? Ad oggi non sappiamo dove egli voglia approdare. Bisogna assolutamente riconoscergli ad EGLI il merito di essere molto ma molto preoccupato per le condizioni in cui versano alcuni dipendenti del Comune di Isola delle Femmine che a causa di un atteggiamento “PER NIENTE politico ma tanto astioso” da parte del gruppo consiliare Insieme Isola delle Femmine che ha votato contro la variazione di bilancio oltre che esprimere voto contrario anche per il consuntivo 2006. Il risultato della loro azione: hanno fatto mancare i fondi necessari per elargire ad alcuni e ben selezionati dipendenti promozioni, assunzioni di consulenti e passaggi di livello a categorie superiori. Secondo Ponzio Pilato il gruppo “Insieme Isola delle Femmine” non si è reso conto dell’urgenza che richiedeva il provvedimento. A pensare che la Presidenza del Consiglio aveva bay-passato la norma che stabilisce la convocazione del Consiglio Comunale 15 giorni prima per la trattazione del bilancio. Infatti gli atti in Segreteria si sono resi disponibili il giorno prima della seduta. Comitato Cittadino Isola Pulita http://www.isolapulita.it
Caricato da isolapulita

IL SINDACO PORTOBELLO A ISOLA LA POLITICA NON E’ SERIA Isola delle Femmine Ottobre 2007 E per completare l’opera il Consigliere Dr. Cutino Marcello annuncia le sue dimissioni dal gruppo consiliare “Isola per NESSUNO” Ha costituito un gruppo INDIPENDENTE? Ad oggi non sappiamo dove egli voglia approdare. Non si pratica una seria politica a Isola delle Femmine, questo affermava il Sindaco Professor Portobello il mese di ottobre del 2007 all’indomani della bocciatura da parte del CONSIGLIO COMUNALE (ha capito Signor Sindaco il CONSIGLIO COMUNALE e non il Gruppo ….o Gruppo …) del Bilancio consuntivo del 2006 e la manovra di bilancio per liquidare le numerose SPESE CORRENTI. Ciò che più “angosciava” il NOSTRO SINDACO che la bocciatura del bilancio non avrebbe permessop di pagare gli stipendi dei dipendenti del mese di NOVEMBRE 2007. I DIPENDENTI del Comune di Isola delle Femmine, saranno senz’altro in grado di mettere in relazione queste preoccupazioni del SINDACO con gli atteggiamenti comportamenti ma soprattutto ATTI, da EGLI adottati in questi mesi …..
Caricato da isolapulita
http://www.isolapulita.it

Nessun commento: